Giorno festivo: La "befana"

0

Ovunque si guarda in questi giorni qui a Roma, si vedono delle piccole streghe ciondolando dalle bancarelle e nei negozi. È perche si festeggia la befana! La conoscete la storia che ci si racconta?

Una delle streghe in Pz. Navona (Fonte:MOÇA)

Spesso la befana viene descritta come una vecchia, che vola su una scopa e ha una borsa o un sacco pieno di ogni squisitezza, regali per i bambini meritevoli, ma anche di carbone per i bambini che non sono stati buoni durante l’anno. Fa visita ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio per riempire le calze lasciate da essi appositamente appese sul camino. In molte case è tradizione lasciare un piattino di cibo per attirare benevolmente la befana.

L’origine di questa figura va probabilmente connessa a tradizioni pagane. Anticamente la dodicesima notte dopo il solstizio invernale, si celebrava la morte e la rinascita della natura.

Secondo una versione “cristianizzata”, i Re Magi diretti a Betlemme non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una signora anziana. Malgrado le loro insistenze, la donna non uscì di casa per accompagnarli. In seguito, pentitasi di non essere andata con loro uscì di casa e si mise a cercarli, senza riuscirci. Così si fermò ad ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù. Da allora girerebbe per il mondo, facendo regali a tutti i bambini, per farsi perdonare.

Il contributo è stato realizzato da Kathrin Werth & Patricia Liberatore.

Teilen.

Eine Antwort hinterlassen